IL POPOLO SIRIANO SCEGLIE IL SOCIALISMO BAHATISTA

IL POPOLO SIRIANO SCEGLIE IL SOCIALISMO BAHATISTA

di Marco Quagliaroli

La vittoria di Bashar Assad alle elezioni presidenziali del 27 maggio scorso ha sancito in via definitiva il trionfo dell’eroico popolo siriano, nutrito del più nobile patriottismo, sull’Impero del Male alleato con i delinquenti comuni dell’ISIS.

Assad ha ottenuto 14.239.140 voti, pari al 95,1% dei suffragi. L’affluenza alle urne è stata del 79%. Continua a leggere “IL POPOLO SIRIANO SCEGLIE IL SOCIALISMO BAHATISTA”

BREVE NOTA INFORMATIVA

BREVE NOTA INFORMATIVA

Di Marco Quagliaroli

Nel recente incontro tra il viceministro degli esteri cubano Antonio Luis Carricarte e l’ambasciatore cinese a l’Avana Chen Xi  è stato ufficializzato l’aiuto della Cina a Cuba  per 36 milioni di dollari: pannelli solari foto voltaici, riso, macchinari per il risanamento degli acquedotti, sei locomotive, manutenzione dei binari.

La Cina è il primo collaboratore commerciale di Cuba con il 22% di esportazione verso l’isola e il 28% di importazioni.

Il volume commerciale totale degli scambi è di 2 miliardi di dollari all’anno.

Chen Xi ha ribadito l’indefettibile amicizia e fratellanza ideologica tra il gigantesco paese asiatico e il Cayman del Caribe.

L’INTERNAZIONALISMO E’ LA TENEREZZA DEI POPOLI (JOSE’ MARTI’).

Sentiment Analysis – La missione cinese Tianwen sul pianeta rosso

Da: http://www.marx21.it/index.php/comunicazione/comunicazione/31215-sentiment-analysis–la-missione-cinese-tianwen-sul-pianeta-rosso

di Francesco Galofaro e Marco Pondrelli

Questa settimana abbiamo deciso di occuparci della missione cinese Tianwen, nome che alcuni utenti di twitter traducono con “domanda al cielo”. Lanciata il 23 luglio del 2020, raggiunta l’orbita del pianeta rosso l’11 febbraio di quest’anno, il 19 maggio la sonda ha trasmesso le prime immagini del suolo marziano. La missione ha interessato un buon numero di profili scientifici, con molti re-tweet. L’atteggiamento degli utenti è naturalmente positivo (fig. 1). I tweet con polarità più bassa riguardano i “ sette minuti di terrore”, la lenta discesa verso la superficie del pianeta del modulo Zhurong. Il modulo lander si chiama come una divinità del fuoco: tutto è epico e mitologico in questo assalto al cielo cinese. Anche in febbraio gli utenti avevano seguito col fiato sospeso la mezz’ora in cui il modulo orbitale è transitato dietro al pianeta, quando il segnale è scomparso (figg. 2 e 3). Continua a leggere “Sentiment Analysis – La missione cinese Tianwen sul pianeta rosso”

LA RISCOSSA DEL PROLETARIATO CILENO

LA RISCOSSA DEL PROLETARIATO CILENO

di Marco Quagliaroli

La clamorosa , quanto inaspettata, ancorché parziale vittoria dei comunisti di Perù Libero, guidato dal compagno Pedro Castillo, ha trovato rispondenza con i successi del Partito Comunista del Cile e più in generale dello schieramento antiliberista.

La  destra cilena ha subìto la più grave sconfitta elettorale della sua storia e il presidente Pinera ha dovuto riconoscerlo. Continua a leggere “LA RISCOSSA DEL PROLETARIATO CILENO”

Xi Jinping e il marxismo

Xi Jinping e il marxismo

Da:    https://www.marx21.it/index.php/internazionale/cina/31191-xi-jinping-e-il-marxismo


di Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli

All’inizio del 2018 il compagno Xi Jinping, segretario generale del PCC, è tornato pubblicamente a valorizzare il ruolo insostituibile e la funzione altamente positiva svolta costantemente dal marxismo creativo, sia nella Cina contemporanea sia in tutto il globo intero: mentre buona parte della debole e confusa sinistra occidentale invece ritiene il materialismo dialettico un’anticaglia del passato e non si autodefinisce più neanche marxista, il leader del più popolato paese al mondo e della prima potenza economica del pianeta – a parità di potere di acquisto – non ha alcuna remora a esaltare la natura marxista del partito comunista cinese.

Continua a leggere “Xi Jinping e il marxismo”

CONOSCIAMO IL PARTITO POPOLARE DEL KAZAKISTAN

CONOSCIAMO IL PARTITO POPOLARE DEL KAZAKISTAN

di Marco Quagliaroli

Con la dissoluzione dell’Unione Sovietica il Partito Comunista del Kazakistan fu sciolto per legge e per un quindicennio non esistette non vi fu nessuna presenza organizzata dei comunisti nel paese.

Nel 2004 200 comunisti fondarono il Partito Popolare del Kazakistan (PPK) poiché era illegale utilizzare la denominazione “comunista”. Continua a leggere “CONOSCIAMO IL PARTITO POPOLARE DEL KAZAKISTAN”