CONOSCIAMO IL PARTITO POPOLARE DEL KAZAKISTAN

CONOSCIAMO IL PARTITO POPOLARE DEL KAZAKISTAN

di Marco Quagliaroli

Con la dissoluzione dell’Unione Sovietica il Partito Comunista del Kazakistan fu sciolto per legge e per un quindicennio non esistette non vi fu nessuna presenza organizzata dei comunisti nel paese.

Nel 2004 200 comunisti fondarono il Partito Popolare del Kazakistan (PPK) poiché era illegale utilizzare la denominazione “comunista”.

Nello stesso anno il PPK si presentò alle elezioni legislative e conseguì un discreto 2% pari  a 94.140 voti.

Le posizioni ufficiali del partito confermano la sua natura marxista-leninista: l’obiettivo di ricostruire la Unione sovietica, gli stretti rapporti con i  partiti comunisti di Russia e Cina e con gli altri partiti fratelli degli Stati Indipendenti.

I punti salienti del programma politico sono: 

nazionalizzazione di tutto il settore industriale, delle materie prime e del suolo; consegna della terra ai contadini nella forma della proprietà cooperativa e familiare; istruzione e sanità pubbliche e gratuite; lotta contro la dilagante corruzione e i diritti delle donne; espulsione delle multinazionali dei paesi capitalisti operanti nel paese; ambientalismo.

La causa principale del successo del PPK è la pratica del Soccorso Rosso. Dato che la maggioranza della popolazione vive in povertà i comunisti distribuiscono viveri, vestiario, materiale scolastico, medicinali e assistenza legale e fiscale.

Nonostante in Kazakistan le elezioni siano strutturalmente fraudolente il partito ha continuato a progredire sia elettoralmente che sotto il profilo del radicamento sul territorio (100 mila iscritti nel 2020).

Ciò è provato dai dati elettorali ufficiali non del tutto attendibili:

elezioni legislative

2007 – 76.800 voti -1,28 % (lo sbarramento è al 7%)

2012 – 498.788 voti -7,19% – 7 deputati

2016 – 537.123 voti – 7,14% – 7 deputati

2021 – 659.019 voti – 9,10% – 10 deputati.

Il Segretario Generale è il compagno Kosarev; l’organizzazione giovanile ‘ l’Unione Popolare della Gioventù.

A differenza delle legislative i risultati delle presidenziali sono molto modesti e quasi irrilevanti poiché è proprio in questo contesto che le malefatte del regime sono più accentuati.

Il PPK, che ha assorbito nelle proprie file il minuscolo Movimento Socialista, aderisce all’Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e alla rete Solidnet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...