IL POPOLO SIRIANO SCEGLIE IL SOCIALISMO BAHATISTA

IL POPOLO SIRIANO SCEGLIE IL SOCIALISMO BAHATISTA

di Marco Quagliaroli

La vittoria di Bashar Assad alle elezioni presidenziali del 27 maggio scorso ha sancito in via definitiva il trionfo dell’eroico popolo siriano, nutrito del più nobile patriottismo, sull’Impero del Male alleato con i delinquenti comuni dell’ISIS.

Assad ha ottenuto 14.239.140 voti, pari al 95,1% dei suffragi. L’affluenza alle urne è stata del 79%.

La Siria ha vinto alla guerra grazie ai seguenti fattori: la resistenza militare organizzata dal popolo nel quadro del Fronte Progressista Nazionale, i cui principali partiti sono il Bahat- Partito della Rinascita Socialista Araba – e il Partito Comunista; l’alta professionalità delle forze armate; l’appoggio militare delle milizie libanesi di Hezbollah (Partito di Dio) e del Partito Comunista, della Palestina che ha inviato una decina di migliaia di combattenti (in ricordo del sostegno e dell’ospitalità che Damasco ha offerto più volete alla resistenza palestinese) e soprattutto l’ingresso nel conflitto di una potenza come la Russia;

L’aiuto economico finanziario della Cina e l’invio di armi da parte di Corea del Nord e Iran.

La vittoria in Siria e la pandemìa hanno spostato i rapporti di forza a favore del fronte antimperialista mondiale e del multipolarismo.

Solo i fascisti di RAI E MEDIASET AFFERMANO CHE IN Siria è in corso una guerra civile, mentendo sapendo di mentire.

In realtà l’aggressione nazimperialista è stata sconfitta ed ora con l’aiuto di Cina e Russia (nel paese  sono presenti alcune decine di medici cubani per fronteggiare il COVID) comincia la ricostruzione del paese.

Coloro che sostengono che in Siria vi sia stata una guerra civile sono gli stessi che appoggiano i nazifascisti ucraini. Questo è il volto autentico criminale e sanguinario dell’Unione Europea.

A qualcuno forse non piacerà il socialismo bahatista ma ogni popolo è sovrano nella costruzione della propria società socialista e il popolo siriano, già sotto la guida di Hafez Assad, “il leone di Damasco” ha scelto di edificare un socialismo con caratteristiche siriane.

Si veda sempre su questo sito l’articolo “La costruzione del socialismo in Siria”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...